PARROCCHIA SANTA GIOVANNA ANTIDA THOURET

Adorazione eucaristica perpetua

"Il Padre cerca adoratori che lo adorino in Spirito e VeritÓ" (Gv 4,24)

Home

Come raggiungerci Contatti Mail: venite.adoriamo@gmail.com
Venite adoriamo
La Parrocchia
L'adorazione
A tu per Tu
Le nostre preghiere
Testimonianze
Tabella adoratori
Regole e norme
Diventare adoratore
Archivio eventi

Adoriamo il Signore

Miracoli eucaristici
Preghiere di adorazione
Scritti sull'adorazione
Salmi di adorazione
Meditazioni
Luoghi di spiritualitÓ
Canti
Adorazione on line

 

Storia del Pontificato

 

Storia del Pontificato

Papa Silvestro  III

 

Fonte: Wikipedia

Silvestro III, nato Giovanni dei Crescenzi Ottaviani, fu Papa dal 20 gennaio al 9 marzo 1045.

Quando Papa Benedetto IX venne scacciato da Roma nel settembre 1044, Giovanni, vescovo di Sabina, il 13 o 20 gennaio 1045 venne eletto dopo una lunga lotta fra fazioni, con l'appoggio dei suoi stretti parenti della famiglia Crescenzi (Crescenzi Ottaviani), con a capo il conte Gerardo di Galeria, e prese il nome di Silvestro III.

Successivamente venne accusato, probabilmente falsamente, di aver corrotto per ottenere l'elezione. Benedetto eman˛ la scomunica del nuovo papa e nel giro di tre mesi ritorn˛ a Roma ed espulse il rivale (9 marzo 1045), che fece ritorno in Sabina per riprendersi l'incarico di vescovo di tale diocesi.

Quasi due anni dopo (dicembre 1046) il Concilio di Sutri lo priv˛ del suo vescovato e del sacerdozio e gli ordin˛ di rinchiudersi in un monastero. Questa sentenza venne ovviamente sospesa, in quanto Silvestro continu˛ nelle sue funzioni e venne riconosciuto vescovo di Sabina fino alla sua morte: un suo successore come vescovo di Sabina venne registrato nell'ottobre 1063, indicando che Silvestro morý prima di quella data.

Sebbene il diritto di Silvestro III ad essere considerato un Papa autentico sia aperto ad alcune discussioni e taluni lo considerino come un antipapa, continua comunque ad essere elencato ufficialmente come papa legittimo nell'Annuario Pontificio dal 13 o 20 gennaio al 9 marzo 1045. Una situazione simile si applica anche a papa Gregorio VI e a papa Clemente II.