PARROCCHIA SANTA GIOVANNA ANTIDA THOURET

Adorazione eucaristica perpetua

"Il Padre cerca adoratori che lo adorino in Spirito e Verità" (Gv 4,24)

Home

Come raggiungerci Contatti Mail: venite.adoriamo@gmail.com
 
Venite adoriamo
La Parrocchia
L'adorazione
A tu per Tu
Le nostre preghiere
Testimonianze
Tabella adoratori
Regole e norme
Diventare adoratore
Archivio eventi

Adoriamo il Signore

Miracoli eucaristici
Preghiere di adorazione
Scritti sull'adorazione
Salmi di adorazione
Meditazioni
Luoghi di spiritualità
Canti
Adorazione on line

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Schemi per l’adorazione eucaristica nel tempo Ordinario

Sesto schema

Canto

 

Inno al Padre fedele

 

Ti esalto o mio Dio e Padre,

e benedico il tuo nome,

in eterno e per sempre.

 

Grande sei, Signore, degno di ogni lode,

insondabile è la tua grandezza.

Di generazione in generazione

narrino le tue opere

e annunzino  le tue meraviglie.

 

Divulghino il ricordo della tua grande bontà,

celebrino con giubilo la tua giustizia.

Paziente e misericordioso sei tu, Signore,

lento all’ira e grande in misericordia.

 

Buono sei, o Padre, verso tutti,

verso tutte le tue opere è la tua tenerezza.

Fedele sei tu, Signore,

in tutte le tue promesse,

santo in tutte le tue opere.

 

Tu sostieni quelli che vacillano,

rialzi quanti sono caduti.

A te sono rivolti in attesa gli occhi di tutti,

e tu dai loro il cibo a tempo opportuno.

 

Tu apri la tua mano

e sazi a volontà ogni vivente.

Sei vicino a quanti ti invocano,

a tutti quelli che ti invocano con sincerità.

Dica la mia bocca la lode del Signore,

ogni vivente benedica il suo nome santo,

in eterno e per sempre!

 

1a lettura: Nm. 6, 21-27

 

Salmo: 119, 33-48

 

Indicami, Signore, la via dei tuoi decreti

e la seguirò sino alla fine.

Dammi intelligenza, perché io osservi la tua legge

e la custodisca con tutto il cuore.

Dirigimi sul sentiero dei tuoi comandi,

perché in esso è la mia gioia.

 

 

Piega il mio cuore verso i tuoi insegnamenti

e non verso la sete del guadagno.

Distogli i miei occhi dalle cose vane,

fammi vivere sulla tua via.

Con il tuo servo sii fedele alla parola,

che hai data, perché ti si tema.

Allontana l’insulto che mi sgomenta,

poiché i tuoi giudizi sono buoni.

Ecco, desidero i tuoi comandamenti;

per la tua giustizia fammi vivere.

 

Venga a me, Signore, la tua grazia,

la tua salvezza secondo la tua promessa;

a chi mi insulta darò una risposta,

perché ho fiducia nella tua parola.

Non togliere mai dalla mia bocca la parola vera,

perché confido nei tuoi giudizi.

Custodirò la tua legge per sempre,

nei secoli, in eterno.

Sarò sicuro nel mio cammino,

perché ho ricercato i tuoi voleri.

Davanti ai re parlerò della tua alleanza

senza temere la vergogna.

Gioirò per i tuoi comandi

che ho amati.

Alzerò le mani ai tuoi precetti che amo,

mediterò le tue leggi.

 

Canto n. 235

 

2a lettura: Gal. 4, 1-11

 

Salmo 16

 

Proteggimi, o Dio: in te mi rifugio.

Ho detto a Dio: “Sei tu il mio Signore,

senza di te non ha alcun bene”.

 

Per i santi, che sono sulla terra,

uomini nobili, è tutto il mio amore.

Si affrettino altri a costruire idoli:

io non spanderò le loro libagioni di sangue

né pronunzierò con le mie labbra i loro nomi.

 

Il Signore è mia parte di eredità e mo calice:

nelle tue mani è la mia vita.

Per me la sorte è caduta su luoghi deliziosi,

è magnifica la mia eredità.

 

Benedico il Signore che mi ha dato consiglio,

anche di notte il mio cuore mi istruisce.

Io pongo sempre innanzi a me il Signore,

sta alla mia destra, non posso vacillare.

 

Di questo gioisce il mio cuore,

esulta la mia anima;

anche il mio corpo riposa al sicuro,

perché non abbandonerai la mia vita nel sepolcro,

né lascerai che il tuo santo veda la corruzione.

 

Mi indicherai il sentiero della vita,

gioia piena nella tua presenza,

dolcezza senza fine alla tua destra.

 

Canto

 

Vangelo: Mc. 13, 33-37

 

Preghiera

 

O Padre, che sei tu stesso giustizia

e crei giustizia,

mediante il tuo figlio Gesù Cristo,

noi ti ringraziamo

perché ci fai partecipi della tua giustizia

e ci rendi giusti dinanzi a te.

 

Noi ti ringraziamo perché,

malgrado tutte le nostre infedeltà

tu non ci abbandoni

e perché stabilisci la giustizia

dove trionfa l’ingiustizia.

 

Ti sei messo a fianco dei poveri

e di tutti coloro che non hanno diritti

o i cui diritti sono calpestati.

Perdona la nostra pigrizia,

la nostra cecità, la nostra sordità.

 

Non permettere che il fiume

Della tua giustizia si dissecchi,

te ne preghiamo.

Rendici affamati di giustizia.

Distoglici dalla nostra preoccupazione

Per noi stessi e dal nostro egoismo.

 

Donaci la forza di condividere,

così che tutti possano saziarsi.

Fa’ che comprendiamo

il tuo progetto per noi finché

il tuo regno di giustizia venga.

 

Padre nostro

 

Canto