PARROCCHIA SANTA GIOVANNA ANTIDA THOURET

Adorazione eucaristica perpetua

"Il Padre cerca adoratori che lo adorino in Spirito e Verità" (Gv 4,24)

Home

Come raggiungerci Contatti Mail: venite.adoriamo@gmail.com
 
Venite adoriamo
La Parrocchia
L'adorazione
A tu per Tu
Le nostre preghiere
Testimonianze
Tabella adoratori
Regole e norme
Diventare adoratore
Archivio eventi

Adoriamo il Signore

Miracoli eucaristici
Preghiere di adorazione
Scritti sull'adorazione
Salmi di adorazione
Meditazioni
Luoghi di spiritualità
Canti
Adorazione on line

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Schemi per l’adorazione eucaristica nel tempo di Quaresima

Primo schema

G. Gesù, pieno di Spirito Santo, si allontanò dal Giordano

ed era guidato dallo Spirito nel deserto, per quaranta giorni,

tentato dal diavolo. (Lc 4, 1

In piedi 

Canto

Non di solo pane  

Non di solo pane vive l’uomo

Ma di ogni parola che viene da Dio

T’ha nutrito di manna nel deserto

il tuo Signore.  

Ricordati di tutto il cammino

Che il tuo Dio t’ha fatto percorrere

Per quarant’anni nel deserto

Per metterti alla prova,

per metterti alla prova. Rit.  

Preghiera penitenziale  

G. Signore Gesù, ti sei fatto in tutto simile ai tuoi fratelli:

vedi la nostra miseria e abbi pietà di noi.

Kyrie, Kyrie eleison! T. Kyrie, Kyrie eleison!  

G. Cristo Signore, hai imparato l'obbedienza da ciò che hai sofferto:

accogli le nostre sofferenze e abbi pietà di noi.

S. Christe, Christe eleison! T. Christe, Christe eleison!  

G. Signore Gesù, sei stato provato in tutto, senza peccare:

guarda il nostro peccato e abbi pietà di noi.

Kyrie, Kyrie eleison! T. Kyrie, Kyrie eleison!  

Seduti  

In ascolto  

Lc 4, 1-13  

G. Dal Vangelo secondo Luca  

In quel tempo, Gesù, pieno di Spirito Santo, si allontanò dal Giordano ed era guidato dallo Spirito nel deserto, per quaranta giorni, tentato dal diavolo. 

Breve silenzio  

Non mangiò nulla in quei giorni, ma quando furono terminati, ebbe fame. Allora il diavolo gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, di’ a questa pietra che diventi pane». Gesù gli rispose: «Sta scritto: “Non di solo pane vivrà l’uomo”».                         

Breve silenzio  

Il diavolo lo condusse in alto, gli mostrò in un istante tutti i regni della terra e gli disse: «Ti darò tutto questo potere e la loro gloria, perché a me è stata data e io la do a chi voglio. Perciò, se ti prostrerai in adorazione dinanzi a me, tutto sarà tuo». Gesù gli rispose: «Sta scritto: “Il Signore, Dio tuo, adorerai: a lui solo renderai culto”».                                        

Breve silenzio  

Lo condusse a Gerusalemme, lo pose sul punto più alto del tempio e gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, gèttati giù di qui; sta scritto infatti: “Ai suoi angeli darà ordini a tuo riguardo affinché essi ti custodiscano”; e anche: “Essi ti porteranno sulle loro mani perché il tuo piede non inciampi in una pietra”». Gesù gli rispose: «È stato detto: “Non metterai alla prova il Signore Dio tuo”».  

Breve silenzio

Dopo aver esaurito ogni tentazione, il diavolo si allontanò da lui fino al momento fissato.                                              

Breve silenzio  

L. Tanto il Figlio di Dio quanto l'Anticristo aspirano a regnare, ma l'Anticristo desidera regnare per uccidere quelli avrà sottomesso, Cristo regna per salvare. E su ognuno di noi, se è fedele, regna Cristo, che è la Parola, la Sapienza, la Giustizia, la Verità. Se invece amiamo i desideri disordinati più di quanto amiamo Dio, su noi regna il peccato di cui l'Apostolo dice: Il peccato non regni sul vostro corpo mortale (Rm 6, 12). Due re dunque si affrontano per regnare: il re del peccato, il diavolo sui peccatori; il re della giustizia, Cristo, sui giusti.

Il diavolo sapeva che Cristo sarebbe venuto per sottrargli il suo regno e per cominciare a sottomettere al suo potere quelli che erano sottomessi al potere del diavolo. Così gli mostra tutti i regni del mondo e degli uomini di questo mondo, gli mostra come su alcuni regna la lussuria, su altri l'avarizia e come alcuni sono trascinati dal soffio della celebrità, altri sono prigionieri delle seduzioni della bellezza. Non dobbiamo pensare che mostrandogli i regni del mondo gli abbia mostrato il regno della Persia o quello delle Indie; ma gli mostra tutti i regni del mondo, cioè il suo regno, il suo modo di dominare il mondo per invitarlo a fare la sua volontà e cominciare così ad assoggettare Cristo. [...]

Allora il diavolo disse al Signore: «Sei venuto per lottare contro di me e per strappare al mio potere tutti quelli che io ho soggiogato? Non voglio contendere con te, non voglio che tu ti affatichi, che ti sottoponga alle difficoltà della lotta. Chiedo una cosa sola: adorami, riceverai l'intero mio regno». Senza dubbio il nostro Signore e Salvatore deside­ra regnare e desidera che tutti i popoli gli siano sottomessi per­ché servano la giustizia, la verità e le altre virtù, ma vuole regnare in quanto è la Giustizia, senza peccato e senza malizia. [...] Ecco perché risponde: Sta scritto: adorerai il Signore tuo Dio e lui solo servirai (Lc 4, 8). Voglio che tutti costoro mi siano sottomessi perché adorino il Signore Dio e servano lui solo. Così desidero regnare. Tu vorresti che il peccato cominciasse da me, quel peccato che sono venuto a distruggere, da cui desidero liberare anche gli altri. Sappi e riconosci che rimango fedele a ciò che ho detto: che sia adorato solo il Signore Dio e che tutti questi uomini siano sottomessi al mio potere nel mio regno».

Quanto a noi rallegriamoci di essere sottomessi a lui e preghiamo Dio che faccia morire il peccato che regna nel nostro corpo (Rm 6, 12) e che solo Cristo Gesù regni in noi.

A lui la gloria e la potenza nei secoli dei secoli (1Pt 4, 11) .     

Origene, Omelie sul vangelo di Luca 30, 1. 3-4, SC 37, pp. 370-374  

Breve silenzio  

Preghiera d’intercessione  

G. Invochiamo ora con fiducia

Dio nostro Padre.  

L. Donaci, o Padre, di vivere della tua Parola

e di fare della tua volontà il nostro cibo quotidiano.

T. Vieni in aiuto alla nostra debolezza!  

L. Concedi a noi, o Padre,

e a quanti sceglieremo per governare,

di non essere attratti dagli idoli e di renderti culto servendo i fratelli.

T. Vieni in aiuto alla nostra debolezza!    

L. Accordaci, o Padre, di credere sempre alla tua protezione

e di non chiederti segni e prodigi.

T. Vieni in aiuto alla nostra debolezza!  

L. Donaci, o Padre, di entrare nella tentazione

con la forza del tuo Spirito

e di vincere il male con la tua Parola.

T. Vieni in aiuto alla nostra debolezza!  

G. Padre nostro Dio,

ascolta la voce della Chiesa che t’invoca

nel deserto del mondo:

stendi su di noi la tua mano,

perché nutriti con il pane della tua Parola

e fortificati dal tuo Spirito,

vinciamo con il digiuno e la preghiera

le continue seduzioni del maligno.

Per Cristo nostro Signore.

T. Amen.  

Canto

Alzerò i miei occhi  

Alzerò i miei occhi verso i monti

Il mio aiuto da dove mi verrà?

Il mio aiuto verrà dal Signore

Che ha fatto il cielo a la terra.  

Non farà vacillare il tuo piede

Il custode non si addormenterà.

Veglierà su di noi il Signore,

mio rifugio e mia difesa. Rit.  

Il Signore è mio aiuto e mia forza,

la sua ombra mi proteggerà.  

Benedizione.