PARROCCHIA SANTA GIOVANNA ANTIDA THOURET

Adorazione eucaristica perpetua

"Il Padre cerca adoratori che lo adorino in Spirito e Verità" (Gv 4,24)

Home

Come raggiungerci Contatti Mail: venite.adoriamo@gmail.com
 
Venite adoriamo
La Parrocchia
L'adorazione
A tu per Tu
Le nostre preghiere
Testimonianze
Tabella adoratori
Regole e norme
Diventare adoratore
Archivio eventi

Adoriamo il Signore

Miracoli eucaristici
Preghiere di adorazione
Scritti sull'adorazione
Salmi di adorazione
Meditazioni
Luoghi di spiritualità
Canti
Adorazione on line

 

 

 

 

 

 

 

 

Schemi per l’adorazione eucaristica nel tempo Ordinario

Dodicesimo schema

Canto

 

Preghiera

 

O Gesù Maestro,

la tua sapienza è infinita,

tu mi hai dato la luce degli occhi,

la luce dell’intelligenza e la luce della fede.

Illuminami! Io confido in te.

 

Aiutami a pensare secondo la tua verità,

a desiderare ciò che è secondo la tua parola,

a confidare nella tua grazia.

Gesù Maestro, io ti cerco, attirami a te,

e conducimi al Padre.

 

Prima Lettura: Es, 33, 12-17

 

Salmo 116

 

Amo il Signore perché ascolta

il grido della mia preghiera.

Verso di me ha teso l’orecchio

nel giorno in cui lo invocavo.

 

Mi stringevano funi di morte,

ero preso nei lacci degli inferi.

Mi opprimevano tristezza e angoscia

e ho invocato il nome del Signore:

 

“Ti prego, Signore, salvami”.

Buono e giusto è il Signore,

il nostro Dio è misericordioso.

Il Signore protegge gli umili:

ero misero ed egli mi ha salvato.

 

Ritorna, anima mia, alla tua pace,

poiché il Signore ti ha beneficato;

egli mi ha sottratto dalla morte,

ha liberato i miei occhi dalle lacrime,

ha preservato i miei piedi dalla caduta.

 

Camminerò alla presenza del Signore

sulla terra dei viventi.

 

Canto

 

Seconda Lettura: Ger. 33, 14-18

 

Salmo 16

 

Proteggimi, o Dio: in te mi rifugio.

Ho detto a Dio: “Sei tu il mio Signore,

senza di te non ho alcun bene”.

Per i santi, che sono sulla terra,

uomini nobili, è tutto il mio amore.

 

Si affrettino altri a costruire idoli:

io non spanderò le loro libagioni di sangue

né pronunzierò con le mie labbra i loro nomi.

 

Il Signore è mia parte di eredità e mio calice:

nelle tue mani è la mia vita.

Per me la sorte è caduta su luoghi deliziosi,

è magnifica la mia eredità.

 

Benedico il Signore che mi ha dato consiglio,

anche di notte il mio cuore mi istruisce.

Io pongo sempre innanzi a me il Signore,

sta alla mia destra, non posso vacillare.

 

Di questo gioisce il mio cuore,

esulta la mia anima;

anche il mio corpo riposa al sicuro,

perché non abbandonerai la mia vita nel sepolcro,

né lascerai che il tuo santo veda la corruzione.

 

Mi indicherai il sentiero della vita,

gioia piena nella tua presenza,

dolcezza senza fine alla tua destra.

 

Canto

 

Terza Lettura: 1 Pt. 1, 3-9

 

Alleluia! Non temere, disse il Signore, ti farò pescatore di uomini.

Alleluia!

 

Canto

 

Vangelo: Lc. 4, 14-19

 

Preghiera

 

O Padre, che nella nuova alleanza,

inaugurata dal Cristo tuo Figlio

continui a radunare il tuo popolo

da tutte le nazioni della terra

nell’unità di un solo Spirito,

fa che la tua Chiesa,

fedele alla sua missione,

condivida sempre le gioie

e le speranze dell’umanità,

e si riveli come lievito e anima del mondo,

per rinnovare in Cristo

la comunità dei popoli

e trasformarli nella tua famiglia,

per Cristo nostro Signore.

 

Amen

 

Padre nostro

 

Canto