PARROCCHIA SANTA GIOVANNA ANTIDA THOURET

Adorazione eucaristica perpetua

"Il Padre cerca adoratori che lo adorino in Spirito e Verità" (Gv 4,24)

Home

Come raggiungerci Contatti Mail: venite.adoriamo@gmail.com
Venite adoriamo
La Parrocchia
L'adorazione
A tu per Tu
Le nostre preghiere
Testimonianze
Tabella adoratori
Regole e norme
Diventare adoratore
Archivio eventi

Adoriamo il Signore

Miracoli eucaristici
Preghiere di adorazione
Scritti sull'adorazione
Salmi di adorazione
Meditazioni
Luoghi di spiritualità
Canti
Adorazione on line

 

SANTO ROSARIO 

IN VERSI

 

IL SANTO ROSARIO

Misteri della gioia

Misteri della luce

Misteri del dolore

Misteri della gloria

 

Rosarium Virginis Mariae

Storia del Santo Rosario

 

 

 

 Santo Rosario in versi

"Faville nel Roseto"

di Stella Lomonaco Giugni

 

 

NEL SENTIERO ALATO

 

 

  PATER NOSTER

 

Padre nostro, che sommo ed eterno

sei né Cieli, nel tutto e nei cuori,

Padre nostro, a Te buono e superno

eleviamo le preci e gli onori.

 

Il Tuo bene dal Cielo ci additi

e prometti la gloria beata

e sorreggi, ci chiami, c’inviti

a speranza nel Cielo elevata.

 

Che il Tuo Nome, l’altissimo e Santo,

invocato sia in fervido amore,

sia principio di bene e di vanto

e sia l’unico fine e maggiore.

 

Al Tuo Nome l’abisso ha tremore,

l’universo si flette devoto,

Tu sei Dio, il potente Signore

e Ti giunga ogni bene, ogni voto.

 

Che lenisca il Tuo Nome ogni pianto

e sia luce nel nostro pensiero

e risuoni in dolcissimo canto

inneggiante al Tuo sommo mistero.

 

Tu sei Re. La potenza e la gloria

son per Te nel supremo assoluto,

e di Te si ricolmi la storia

e sia ovunque l’Atteso e il Temuto.

 

Uno scettro, una legge, un desio

sia la fede e scambievole amore

e raccolgano in compito pio

noi soggetti a Te, dolce Signore.

 

Come in Cielo l’eccelse creature

son protese al Tuo sommo volere

ed inneggian devote a tue cure

nel beato superno godere;

 

così in terra ogni passo d’umano

che Ti segua nel cuore e pensiero,

e Ti senta dovunque sovrano,

e Ti cerchi nel bene e nel vero.

 

Già nei cuori con l’alito inciso

lo ponesti il Tuo santo volere

e volesti in comando deciso

poi dettarlo in Tuo sommo potere.

 

Ce l’assegni nel proprio tenore

chè  dover, chè passo, chè vita,

fa’ che sia come in Cielo, o Signore,

la Tua legge da tutti seguita.

 

Tutto reggi superno e potente

tutto doni con provvido bene

e governi sovrano e sapiente

pur donando le gioie serene.

 

Ci soccorri con provvida mano

sempre ovunque, silente amoroso,

e non cade mai prece nel vano

senza tenero ascolto pietoso

 

Tu lo sai che necessita e preme

quanto occorre alla vita in cammino,

e sorregga la fervida speme

l’invocare il Tuo aiuto divino.

 

Li spargesti per tutto il creato

i Tuoi doni a sostegno di vita,

fa’ che tutto ci venga abbondato

dal Tuo amore in perenne fiorita.

 

E sul fallo che annera il cammino,

che discenda il Tuo santo perdono

e sostenga il legame divino

ogni ascesa nel santo e nel buono.

 

E d’intorno l’affetto fraterno

dell’offesa cancelli il rancore,

imitando il Tuo gesto paterno

nel seguire il comando d’amore.

 

Sì legati da vincolo santo

con la duplice offerta nel cuore

ogni passo diviene un incanto,

e sorriso è pur nel dolore.

 

Ma contrasta tra sguardo e pensiero

dell’insidia il cupo tentare,

se fugato ritenta leggero

con lusinghe del torbido fare.

 

Tu lo sai da chi vien la contesa,

è la prova del debole e forte,

la permetti, e sei pronto a difesa

di ch’invoca le forze più accorte.

 

Ed ovunque ci guardi dal male,

che siam lesti al cadere fallace

e si stenda sull’ansito frale

il Tuo dono d’amore e di pace.

 

E sia legge il Tuo bene, o Signore,

e sia vivida in nostra memoria,

sol così ne’ Tuoi raggi d’amore

perverremo all’eterna Tua gloria.

 

Indietro   Avanti