PARROCCHIA SANTA GIOVANNA ANTIDA THOURET

Adorazione eucaristica perpetua

"Il Padre cerca adoratori che lo adorino in Spirito e Verità" (Gv 4,24)

Home

Come raggiungerci Contatti Mail: venite.adoriamo@gmail.com
Venite adoriamo
La Parrocchia
L'adorazione
A tu per Tu
Le nostre preghiere
Testimonianze
Tabella adoratori
Regole e norme
Diventare adoratore
Archivio eventi

Adoriamo il Signore

Miracoli eucaristici
Preghiere di adorazione
Scritti sull'adorazione
Salmi di adorazione
Meditazioni
Luoghi di spiritualità
Canti
Adorazione on line

 

SANTO ROSARIO 

IN VERSI

 

IL SANTO ROSARIO

Misteri della gioia

Misteri della luce

Misteri del dolore

Misteri della gloria

 

Rosarium Virginis Mariae

Storia del Santo Rosario

 

 

 

 Santo Rosario in versi

"Faville nel Roseto"

di Stella Lomonaco Giugni

 

 

NEL SENTIERO ALATO

 

 

  AVE MARIA

 

Col saluto in loquela celeste,

nel messaggio di gaudio superno,

al principio di grazie rideste,

T’onoriamo imitando l’Eterno:

 

            Ave Maria.

 

Quando trepida appare l’aurora

e rosata è foriera al mattino,

meditiamo con gioia in quell’ora

che preludio Tu fosti al divino,

 

            Ave Maria.

 

Nello splender solenne a fiumane

della luce che investe e ravviva,

ripensiamo le grazie sovrane

che copiosa dispensi fattiva:

 

            Ave Maria.

 

Quando l’ora non più vespertina

va sfumata di viola all’oriente,

il passare del sol che declina

è saluto a Te sempre presente.

 

            Ave Maria.

 

Nella notte che palpita e tace

nel trapunto di fulgide stelle,

Ti vediamo, mirabile face,

nel sorriso di luci più belle.

 

            Ave Maria.

 

Già di là al pensier non dà proda

T’ha colmata di grazia il Signore,

Cielo e terra in eterno Ti loda

in un palpito lieto d’amore.

 

            Ave Maria.

 

Della schiera caduca e fallace,

che infoltita dal tempo cammina,

Tu la Donna, l’eletta verace,

benedetta fra tutte o Regina,

 

            Ave Maria.

 

Benedetta Tu fosti da Dio

prima ancora che il tempo volgesse,

benedetta in attesa dal pio,

poi e sempre a compite promesse,

 

            Ave Maria.

 

Te lo disse con voce ispirata

la congiunta presaga al Divino,

benedetta col Figlio sei stata

che del Bene Ti vide il giardino.

 

            Ave Maria.

 

Benedetta ricanta la squilla

che rammenta l’annunzio ai fedeli

ogni tocco è la dolce favilla

che richiama l’assenso de’ cieli.

 

            Ave Maria.

 

Genitrice del Figlio Divino,

porgitrice di tutte le grazie,

Tu ci chiami al supremo destino

e sorreggi a fugare disgrazie.

 

            Ave Maria.

 

Siamo squallidi, miseri e frali,

peccatori su tutti i sentieri

e tra rive d’affanni e di mali

ondeggiamo su passi e pensieri.

 

            Ave Maria.

 

Sopra l’ora ch’è squarcio al presente,

sia la guida il Tuo sguardo materno,

perché ogni attimo intorno fuggente

sia moneta pel merito eterno.

 

            Ave Maria.

 

E per tutti, su gli animi e vita,

si distenda Tua provvida cura,

a speranza celeste infinita,

ed aiuto su pena e sventura.

 

            Ave Maria.

 

Ma nell’ultima ora pietosa

sia sollecita allor la preghiera

e ci accogli da Madre amorosa

nel saluto che snebbia la sera:

 

            Ave Maria.

 

Indietro   Avanti