PARROCCHIA SANTA GIOVANNA ANTIDA THOURET

Adorazione eucaristica perpetua

"Il Padre cerca adoratori che lo adorino in Spirito e Verità" (Gv 4,24)

Home

Come raggiungerci Contatti Mail: venite.adoriamo@gmail.com
Venite adoriamo
La Parrocchia
L'adorazione
A tu per Tu
Le nostre preghiere
Testimonianze
Tabella adoratori
Regole e norme
Diventare adoratore
Archivio eventi

Adoriamo il Signore

Miracoli eucaristici
Preghiere di adorazione
Scritti sull'adorazione
Salmi di adorazione
Meditazioni
Luoghi di spiritualità
Canti
Adorazione on line

 

Storia del Pontificato

 

Storia del Pontificato

Papa Leone VIII 

 

Fonte: Wikipedia

Leone VIII (morto il 1° agosto 965) fu Papa dal 963 al 965.

Romano di nascita, reggeva l'incarico di protoserinus quando venne eletto al soglio pontificio, su istanza di Ottone il Grande, dal sinodo romano che aveva deposto Papa Giovanni XII nel dicembre 963.

Avendo attraversato con velocità ininterrotta tutti i ranghi intermedi, ricevette la consacrazione due giorni dopo la sua elezione, che era però inaccettabile per il popolo. Nel febbraio 964, essendosi l'imperatore ritirato dalla città, Leone trovò necessario cercare la salvezza nella fuga, in seguito alla quale fu deposto da un sinodo tenuto sotto la presidenza di Giovanni XII. A causa della morte improvvisa di quest'ultimo, la popolazione scelse Benedetto V come suo successore; ma Ottone, ritornando a portare assedio a Roma, costrinse ad accettare Leone. Viene solitamente detto che, al sinodo che depose Benedetto, Leone concesse all'imperatore e ai suoi successori pieni diritti d'investitura come sovrani d'Italia, ma la genuinità dei documenti sui quali si basa questa ipotesi è più che dubbia. A Leone successe, dopo la deposizione di Benedetto, Giovanni XIII.

 

Fonte: Cronologia

Di umili origini e semplicemente laico, nacque a Roma sul clivius Argentarii, attuale salita Marforio. In gioventù partecipò a diverse ambasciate per conto dei suoi predecessori. Di animo mite e di profonda fede cristiana riuscì sempre nei suoi intenti, più da militare che da religioso. Il suo nome apparve improvvisamente quale defensor fidei durante il processo al suo predecessore Giovanni XII, voluto da Ottone III e convocato a Roma il 6 novembre 963.

La sua carriera ecclesiastica , dopo aver raggiunto comunque gli onori di protoscrinario ( una sorta di giudice antesignano dell'inquisizione), fu accelerata in un battibaleno ... dopo la sua elezione avvenuta il 4 dicembre 963, Leone VIII fu insignito di tutti gli ordini, dovuti solo al suo ritiro in preghiera ed al : suddiacono, diacono, prete, vescovo e cardinale di Ostia (5 dicembre), per poter essere consacrato il 6 dicembre 963. Ancora una volta l'imposizione imperiale sulla scelta papale diede origine a tumulti e stragi di ogni genere.

La nobiltà ed il popolo di fazione antimperiale mosse contro la sede di Castel Sant'Angelo per "disarcionare" il nuovo papa ma fu fermata sul ponte di Transtevere dall' esercito di Ottone III ed i massacri furono fermati solo grazie all'intercessione dello stesso pontefice.

Dopo qualche giorno di calma Ottone diresse il suo esercito verso Camerino, pensando di aver risolto la questione romana ma, i tumulti ricominciarono soprattutto in virtù dei massacri avvenuti il 3 gennaio 964.
Il pontefice fu costretto a quel punto a rimediare presso Camerino, la sua signoria e quindi Ottone stesso. La scomparsa di Giovanni XII, il mancato riconoscimento di Leone VIII da parte della popolazione, un nuovo concilio che proclamò papa Benedetto V, non fece altro che far finire nel caos più totale il soglio di San Pietro.

L'esercito di Ottone III si spostò nuovamente e cinse d'assedio Roma.
Il concilio del 23 giugno 964 sancì comunque una nuova elezione, quella di Benedetto V. Non è dato sapere come si risolsero fino in fondo e veramente le questioni di quell'assedio nè come il liber pontificalis ritenga ancor oggi di accreditare due pontefici in sovrapposizione, perchè Leone VIII regnò in vita così come Benedetto V.