PARROCCHIA SANTA GIOVANNA ANTIDA THOURET

Adorazione eucaristica perpetua

"Il Padre cerca adoratori che lo adorino in Spirito e Verità" (Gv 4,24)

Home

Come raggiungerci Contatti Mail: venite.adoriamo@gmail.com
Venite adoriamo
La Parrocchia
L'adorazione
A tu per Tu
Le nostre preghiere
Testimonianze
Tabella adoratori
Regole e norme
Diventare adoratore
Archivio eventi

Adoriamo il Signore

Miracoli eucaristici
Preghiere di adorazione
Scritti sull'adorazione
Salmi di adorazione
Meditazioni
Luoghi di spiritualità
Canti
Adorazione on line

 

Storia del Pontificato

 

 

Storia del Pontificato

Papa Leone V

 

Fonte: Wikipedia

Leone V (morto il 6 dicembre 903) fu Papa per circa 30 giorni, dal luglio al settembre del 903.

Nativo di Ardea, venne eletto come successore di Benedetto IV quando era sacerdote; il pontificato di Leone si svolse nel periodo più buio della storia papale. Venne deposto e assassinato, presumibilmente strangolato dallo stesso Cristoforo, che a sua volta venne giustiziato da Papa Sergio III nel 904.

Fu consacrato tra gennaio e febbraio del 900. Figlio del romano Mammolo, nacque nella capitale, avviato alla vita clericale fu ordinato prete da papa Formoso, probabilmente non raggiunse mai la porpora cardinalizia ma solo suddiaconato nella diocesi di Porto.
Pochissime furono le notizie sul suo pontificato, sebbene a quel papa sia riferita l'incoronazione ad imperatore di Ludovico III di Provenza, avvenuta a Roma nel febbraio del 901.

 

Fonte: Cronologia

Nato ad Ardea, in provincia di Roma (36 km dalla capitale e 4 dal mar Tirreno), la sua elezione avvenne nel luglio del 903 in un clima di congiure ed aperti contrasti.

Il suo dicastero durò solamente un mese perchè dopo l'elezione venne deposto dal presbiterio romano di San Dammaso a seguito di una congiura ordita dal prete Cristoforo, già scomunicato ed esiliato da papa Giovanni IX, perchè solerte assertore del cosidetto processo del cadavere (vedi sopra cronologia papa Formoso (anno 891e successivi).

Leone V morì nell'agosto del 903 dopo essere stato incarcerato ed ucciso.
Il soglio pontificio fu quindi occupato a forza dallo stesso Cristoforo che fu però considerato antipapa e di conseguenza mai nominato nel liber pontificalis

L'imposizione durò fino al gennaio del 904 quando al rientro dall'esilio fu atteso dal vescovo di Cere Sergio e dai gendarmi di Teofilato( judice dell'imperatore), imprigionato e strangolato.