PARROCCHIA SANTA GIOVANNA ANTIDA THOURET

Adorazione eucaristica perpetua

"Il Padre cerca adoratori che lo adorino in Spirito e Verità" (Gv 4,24)

Home

Come raggiungerci Contatti Mail: venite.adoriamo@gmail.com
Venite adoriamo
La Parrocchia
L'adorazione
A tu per Tu
Le nostre preghiere
Testimonianze
Tabella adoratori
Regole e norme
Diventare adoratore
Archivio eventi

Adoriamo il Signore

Miracoli eucaristici
Preghiere di adorazione
Scritti sull'adorazione
Salmi di adorazione
Meditazioni
Luoghi di spiritualità
Canti
Adorazione on line

 

Storia del Pontificato

 

 

Storia del Pontificato

Papa Leone II

Fonte: Wikipedia

Leone II, Papa dall'agosto 682 al luglio 683, era siciliano di nascita, e successe a Agatone. Agatone era stato rappresentato al sesto concilio ecumenico (quello di Costantinopoli del 680), dove venne posto l'anatema su Papa Onorio I per la sua posizione nella controversia Monotelita, come favoreggiatore dell'eresia; e l'unico fatto di interesse storico del pontificato di Leone fu che scrisse più di una volta in approvazione della decisione del concilio e in condanna di Onorio, che egli considerava come uno che "profana proditione immaculatem fidem subvertare conatus est".

Per il peso che hanno sulla questione dell'infallibilità papale, queste parole hanno provocato considerevole attenzione e dibattito, e si dà importanza al fatto che nel testo in greco della lettera all'imperatore, in cui compare la frase di cui sopra, viene usata la più lieve espressione "subverti permisit" al posto di "subvertare conatus est".

Fu durante il pontificato di Leone che la dipendenza della sede di Ravenna da quella di Roma venne stabilita definitivamente per editto imperiale.

 

 

Fonte: Cronologia

La delegazione occidentale, inviata da Sant' Agatone ritornò a Roma solo nel luglio del 682 , pertanto la sede pontificale rimase scoperta per quasi 18 mesi.
Il ritardo fu artatamente provocato dallo stesso imperatore che volle assicurarsi la fine definitiva di ogni contestazione teologica.

Leone fu proclamato papa il 17 agosto del 682. Nativo della Trinacria, probabilmente di Messina o di Piazza Armerina, egli fu probabilmente il vescovo di San Giovanni in Laterano e direttore della Schola cantorum da egli stesso ideata.
Il suo pontificato fu tutto teso a mantenere in piedi l'impianto dell' ultimo sinodo di Costantinopoli. (nda: diversamente definito come il VI concilio, senza considerare che un concilio non può essere presieduto da una persona diversa dal papa stesso.)
Nel mentre istituì il bacio della pace nella formula liturgica e l'aspersione dell'acqua benedetta, oltre a riuscir a restaurare la chiesa di Santa Bibiana e quella di San Giorgio al Velabrum ( Velabrum = pantano).

Leone II morì il 3 luglio del 683 e fu sepolto a San Pietro. Durante il regno di Paolo V le sue spoglie furono traslate nella nuova basilica sotto l'altare della Madonna della Colonna.