PARROCCHIA SANTA GIOVANNA ANTIDA THOURET

Adorazione eucaristica perpetua

"Il Padre cerca adoratori che lo adorino in Spirito e Verità" (Gv 4,24)

Home

Come raggiungerci Contatti Mail: venite.adoriamo@gmail.com
Venite adoriamo
La Parrocchia
L'adorazione
A tu per Tu
Le nostre preghiere
Testimonianze
Tabella adoratori
Regole e norme
Diventare adoratore
Archivio eventi

Adoriamo il Signore

Miracoli eucaristici
Preghiere di adorazione
Scritti sull'adorazione
Salmi di adorazione
Meditazioni
Luoghi di spiritualità
Canti
Adorazione on line

 

Storia del Pontificato

 

 

Storia del Pontificato

Papa Gregorio  IX

 

Fonte: Wikipedia

Gregorio IX, nato Ugolino dei Conti di Segni (Anagni, 1170 - Roma, 22 agosto 1241), fu Papa dal 1227 alla sua morte.

Era appartenente alla stessa famiglia di Innocenzo III (alcune fonti lo riportano come suo nipote). Successore di Onorio III, ereditò in pieno le tradizione di Gregorio VII e del suo parente Innocenzo III, e si dedicò con zelo alla perpetuazione delle loro politiche. Viene spesso considerato fondatore dell'Inquisizione, nel 1231, anche se l'Inquisizione potrebbe esser fatta risalire a Papa Lucio III nel 1184 (bolla Ad abolendam).

Fu nominato cardinale nel 1198. In tale ruolo curò il nuovo Ordine Francescano, tendendo a disciplinarlo secondo le tradizioni e gli scopi della Chiesa.

Divenuto papa il 19 marzo 1227, uno dei primi atti del suo pontificato fu la sospensione di Federico II, che si trovava malato ad Otranto, per i continui ritardi nell'avviare la promessa Sesta Crociata. La sospensione venne seguita dalla scomunica e da minacce di deposizione, dopo che Federico scrisse ai sovrani europei lamentandosi per il trattamento ricevuto. Una conseguente invasione del patrimonio di San Pietro su ordine di Federico, nel 1228, riuscì pienamente e Gregorio IX fu costretto a implorare la pace, cavandosela bene, considerata la sua situazione. Comunque nella pace si stabiliva di ritornare come prima della crociata, e il papa si impegnava a non allearsi con i nemici dell'imperatore.

Anche se la pace venne assicurata (agosto 1230) per una stagione, la gente di Roma era lontana dall'essere soddisfatta; scacciato da una rivolta nella sua capitale nel giugno 1232, il Papa fu costretto a trovare rifugio ad Anagni e ad invocare l'aiuto di Federico. Un nuovo scoppio di ostilità tra i due, portò ad una nuova scomunica dell'imperatore nel 1239, e ad una prolungata guerra che terminò solo con la morte di Gregorio, il 22 agosto 1241.

Dal 1231 istituì i Tribunali dell'Inquisizione, affidati inizialmente a frati domenicani. I tribunali erano dotati di ampi poteri per le province ecclesiastiche su cui avevano giurisdizione.

Gregorio IX fu anche un avvocato notevolmente abile e istruito, che diede impulso alla preparazione nel 1234 della nota Nova Compilatio Decretalium, stampata successivamente a Magonza nel 1473. Fu inoltre il responsabile della canonizzazione di Santa Elisabetta, San Domenico di Guzmán, Sant'Antonio da Padova, e di San Francesco d'Assisi (16 luglio 1228), di cui era amico intimo, tanto che posò la prima pietra della chiesa di San Francesco in Assisi. La sua invasione dei diritti della Chiesa inglese, durante il regno di Enrico III è ben nota; ma tentativi simili contro le libertà della chiesa nazionale di Francia servirono solo a provocare la sanzione pragmatica di San Luigi.