PARROCCHIA SANTA GIOVANNA ANTIDA THOURET

Adorazione eucaristica perpetua

"Il Padre cerca adoratori che lo adorino in Spirito e Verità" (Gv 4,24)

Home

Come raggiungerci Contatti Mail: venite.adoriamo@gmail.com
Venite adoriamo
La Parrocchia
L'adorazione
A tu per Tu
Le nostre preghiere
Testimonianze
Tabella adoratori
Regole e norme
Diventare adoratore
Archivio eventi

Adoriamo il Signore

Miracoli eucaristici
Preghiere di adorazione
Scritti sull'adorazione
Salmi di adorazione
Meditazioni
Luoghi di spiritualità
Canti
Adorazione on line

 

Storia del Pontificato

 

 

Storia del Pontificato

Papa Gregorio IV

Fonte: Wikipedia

Gregorio IV fu Papa dall'827 all'844. Fu scelto per succedere a Papa Valentino nel dicembre 827, occasione nella quale riconobbe la supremazia dell'Imperatore Franco Luigi il Pio nella maniera più chiara possibile.

La dipendenza del Papa dal Sacro Romano Imperatore si allentò grazie alle diatribe tra Luigi il Pio e i suoi figli: Lotario, Pipino e Luigi il Germano. Alla ribellione dei figli contro il padre, Gregorio appoggiò Lotario, sperando che il suo intervento avrebbe promosso la pace, ma in pratica questa azione disturbò i vescovi francesi. La risposta di Gregorio fu di insistere sul primato del successore di San Pietro, essendo il Papato superiore all'Imperatore.

I due eserciti, quello di Luigi e quello dei suoi figli, si incontrarono a Rotfeld, nei pressi di Colmar, nell'estate dell'833. I figli persuasero Gregorio ad andare al campo di Luigi e di negoziare, ma giuntovi scoprì di essere stato ingannato da Lotario. Luigi venne abbandonato dai suoi sostenitori e costretto ad arrendersi senza condizioni. Venne deposto ed umiliato. Questa sequenza di eventi è nota col nome di Campus Mendacii, ovvero "campo delle menzogne". Luigi venne successivamente restaurato, e dopo la morte di Gregorio cercò senza riuscirvi di mediare nel conflitto che scaturì tra i fratelli.

Gregorio fece costruire una fortezza ad Ostia per contrastare la minaccia dei Saraceni. Ricevette Anskar, missionario da lungo tempo in Danimarca, nominandolo legato per le missioni in Scandinavia e tra le popolazioni slave.

Gregorio contribuì inoltre allo sviluppo architettonico di Roma e promosse la celebrazione della festività di Ognissanti.

 

Fonte: Cronologia

Di nobile famiglia romana , figlio di Giovanni, già cardinale in San Marco ( nell' abside della basilica vi è tuttora un mosaico raffigurante il suo ritratto), il pontefice fu consacrato solamente l'anno successivo alla morte del suo predecessore Valentino, a causa dell' attesa nella conferma imperiale come previsto dalla legge lotariana.
Tra gli anni 827 ed 833 il pontificato proseguì quasi autonomamente dato che le attenzioni imperiali non furono tanto verso l'esterno, quanto verso il proprio interno, infatti Ludovico il Pio sposò in seconde nozza Giuditta dalla quale ebbe il figlio Carlo, per il quale l'imperatrice chiese all'imperatore un nuovo regno.

Questo bastò a scatenare una vera e propria congiura dei figli di primo letto contro l'ultimo nato. Ludovico fu deposto con l'assenso del pontefice, il quale però pensando di barattare l'indipendenza della Chiesa contro gli altri fratelli sbagliò completamente diplomazia, tanto da dover fare un passo indietro. Questo avvenne a Colmar in Gallia che fu anche definito " il campo della vergogna". Lo smembramento dell'impero d'occidente si stava avviando verso il suo destino. Lotario prigionò il padre a Soissons, presso il monastero di San Medardo, mentre il fratello Carlo fu segregato nel monastero di Prum.

Solo il pentimento di Ludovico il germanico fratello di Lotario e figlio di Ludovico riuscì a riportare al trono il proprio padre su approvazione di Gregorio IV.
Il "tradimento" del fratello e del papa scatenò le ire dello stesso Lotario che mise a ferro e a fuoco tutte le terre pontificie. Ludovico morì nel 840, le lotte intestine durarono fino al 843 e si conclusero con il trattato di Verdun, dal quale nacquero le odierne realtà etniche e nazionali: Francia, Germania e Italia.

Gregorio IV non ebbe alcuna influenza su queste ulteriori scelte. Ad egli fu riconosciuto il rafforzamento delle difese a mare contro i saraceni, la più importante delle quali fu Ostia, in un primo tempo ribattezzata Gregoriopolis ed il ripristino di acqua corrente in città con il ripristino dell' acquedotto "acqua traiana", ovvero "sabatino" a quel tempo semidistrutto. Gregorio IV spirò nel gennaio del 844 e fu sepolto in San Pietro.