PARROCCHIA SANTA GIOVANNA ANTIDA THOURET

Adorazione eucaristica perpetua

"Il Padre cerca adoratori che lo adorino in Spirito e Verità" (Gv 4,24)

Home

Come raggiungerci Contatti Mail: venite.adoriamo@gmail.com
Venite adoriamo
La Parrocchia
L'adorazione
A tu per Tu
Le nostre preghiere
Testimonianze
Tabella adoratori
Regole e norme
Diventare adoratore
Archivio eventi

Adoriamo il Signore

Miracoli eucaristici
Preghiere di adorazione
Scritti sull'adorazione
Salmi di adorazione
Meditazioni
Luoghi di spiritualità
Canti
Adorazione on line

 

Storia del Pontificato

 

Storia del Pontificato

Papa Felice IV

Fonte: Wikipedia

Felice IV fu Papa dal 526 al 530. Era originario del Sannio, figlio di un certo Castorio. A seguito della morte di Papa Giovanni I, per mano del Re Ostrogoto Teodorico il Grande, gli elettori papali cedettero alle richieste del Re e scelsero il Cardinale Felice come Papa. Il favore di cui Felice godeva presso il Re, lo indusse a far pressione per ulteriori benefici alla Chiesa.

Venne eletto dopo un vuoto di quasi 2 mesi dopo la morte di Giovanni I.

Durante il suo pontificato venne passato un editto imperiale che garantiva che le accuse nei confronti di membri del clero sarebbero state trattate dal Papa. Felice definì gli insegnamenti della Chiesa sulla grazia e sul libero arbitrio, in risposta a una richiesta fatta per opporsi al Semi-Pelagianesimo in Gallia.

Felice tentò di designare il suo successore, Bonifacio. La reazione del Senato fu quella di vietare la discussione sul successore del Papa metre questi era in vita, o l'accettazione di tale nomina.

La maggioranza del clero reagì all'attività di Felice nominando Dioscuro come Papa, mentre una minoranza scelse comunque Bonifacio.

 

Fonte: Santi e beati

Del Sannio, papa dal 12 luglio 526 al 20 o 22 settembre 530, fu sepolto sotto il pavimento dell’atrio di S. Pietro in Vaticano, poi nel Poliandro della Basilica.

Profondo conoscitore degli scritti di S.Agostino se ne avvalse per condannare il semipelagianesimo.

Costruì la basilica in onore dei Ss. Cosma e Damiano adattando due templi pagani: il Templum Sacrae Urbis e il Tempio di Romolo. Rifece la basilica di S. Saturnino sulla via Salaria. Prima di morire designò il suo successore: Bonifacio II. E’ così ricordato dal Martirologio Romano alla data 22 settembre: A Roma san felice quarto, Papa, il quale moltissimo si affaticò per la fede cattolica.

E’ raffigurato nel mosaico del catino absidale dei Ss. Cosma e Damiano con pianeta gialla, dalmatica azzurra e pallio disseminato di croci.