PARROCCHIA SANTA GIOVANNA ANTIDA THOURET

Adorazione eucaristica perpetua

"Il Padre cerca adoratori che lo adorino in Spirito e Verità" (Gv 4,24)

Home

Come raggiungerci Contatti Mail: venite.adoriamo@gmail.com
Venite adoriamo
La Parrocchia
L'adorazione
A tu per Tu
Le nostre preghiere
Testimonianze
Tabella adoratori
Regole e norme
Diventare adoratore
Archivio eventi

Adoriamo il Signore

Miracoli eucaristici
Preghiere di adorazione
Scritti sull'adorazione
Salmi di adorazione
Meditazioni
Luoghi di spiritualità
Canti
Adorazione on line

 

Storia del Pontificato

 

 

Storia del Pontificato

Papa Dono

Fonte: Wikipedia

 

Dono fu Papa dal 2 novembre 676 all'11 aprile 678, giorno della sua morte. Era figlio di un romano di nome Maurizio. Non molto si sa di questo Papa.

Mentre era pontefice si occupò dei miglioramenti architettonici di Roma, compresa la pavimentazione delle aree attorno alla Basilica di San Pietro e ad altre chiese romane. 

Oltre a ciò, disperse un gruppo di monaci Nestoriani che erano stati scoperti in un monastero siriano di Roma, che venne affidato a monaci cattolici.

Giunse ad un accordo con l'arcivescovo di Ravenna, che risultò nell'abbandono da parte di quest'ultimo delle pretese di Autocefalia.

Le sue relazioni con Costantinopoli tesero verso la conciliazione.

Il pontificato di Dono durò per un anno, cinque mesi e dieci giorni. È seppellito nella Basilica di San Pietro.

 

Fonte: Cronologia

 

Figlio del romano Maurizio, Dono ( o Domno) salì al soglio pontificio il 2 novembre del 676. Durante questo breve pontificato si sentirono però i benefici della riconoscenza imperiale: Costantino IV Pagonato, infatti, alla rivendicazione di cancellare dai Dittici (elenco dei vescovi) il nome di San Vitaliano, da parte dell'arcivescovo Teodoro di Ravenna rispose con l' imperio di sottomissione nei confronti del pontefice e la cancellazione dell'editto di Costante II che volle la Chiesa ravennate separata da quella romana.

Fu così sanata temporaneamente una parte delle divergenze tra oriente ed occidente, durante il suo pontificato inoltre furono ultimati i lavori di ampliamento dell'atrio della basilica vaticana e quelli di ricostruzione di quella di Ostia, nuovamente consacrata dopo essere stata semidistrutta e depredata da qualche non meglio precisato esercito.

Dono morì l'11 aprile del 678 e fu sepolto a San Pietro.