PARROCCHIA SANTA GIOVANNA ANTIDA THOURET

Adorazione eucaristica perpetua

"Il Padre cerca adoratori che lo adorino in Spirito e Verità" (Gv 4,24)

Home

Come raggiungerci Contatti Mail: venite.adoriamo@gmail.com
Venite adoriamo
La Parrocchia
L'adorazione
A tu per Tu
Le nostre preghiere
Testimonianze
Tabella adoratori
Regole e norme
Diventare adoratore
Archivio eventi

Adoriamo il Signore

Miracoli eucaristici
Preghiere di adorazione
Scritti sull'adorazione
Salmi di adorazione
Meditazioni
Luoghi di spiritualità
Canti
Adorazione on line

 

Storia del Pontificato

 

 

Storia del Pontificato

Papa Bonifacio V

Fonte: Wikipedia

Bonifacio V (morto il 25 ottobre 625) fu Papa dal 619 al 625. Venne consacrato come Papa il 23 dicembre 619. Si impegnò per la cristianizzazione dell'Inghilterra e fece entrare in vigore il decreto con il quale le chiese diventavano luogo di rifugio per i criminali. 

 

Fonte: Cronologia

Dopo tredici mesi di vacanza nel soglio pontificio, il 23 dicembre del 619 fu proclamato papa Bonifacio V.

Diacono di famiglia napoletana si dovette confrontare con una realtà sempre più deteriorata soprattutto nei costumi e nelle usanze (queste ultime, dal punto di vista laico, non sono intese tanto quale degrado morale, ancorchè regnasse ogni tipo di perversione... la prostituzione di ambo i sessi non fu mai interrotta, così come non furono mai interdetti i baccanali..., quanto fu invece la corruzione e la man bassa su tutto ciò che poteva essere appetibile dal punto di vista economico). Di questo fontefice furono tramandate pochissime notizie, forse l'unica tra le quali, quella di aver fatto riportare alla luce e restaurare le catacombe di San Nicomede sulla via Nomementana, presso l'attuale Porta Pia.

Bonifacio terminò il suo mandato sulla terra il 25 ottobre 625 e le sue spoglie furono tumulate nel sagrato di San Pietro. Dall'altra parte dell' impero però, altri eventi si stavano consumando.

La leggenda vuole che, nell'estate del 620 MAOMETTO avesse incontrato sei abitanti della città di Yathrib (nda: Medna) che erano venuti in pellegrinaggio alla Ka'bah.

I sei furono colpiti dalla sua personalità. Nell'estate del 621, dodici uomini di Yathrib si recarono alla Mecca per il pellegrinaggio. I dodici si riunirono presso le montagne di Aqaba e con il Primo Giuramento di Aqaba promisero fedeltà a Maometto.

Nel ritorno a Yathrib furono accompagnati da Musab ibn Amir. Nel giugno del 622, 75 persone, di cui 73 uomini e 2 donne, provenienti da Yathrib, si recarono in pellegrinaggio alla Mecca e fecero il Secondo Giuramento di Aqaba riconoscendo in Maometto il loro capo politico e religioso.

Nel 622 Maometto decise di "rompere i legami tribali" e di "emigrare" a Yathrib, la futura Medina. L' EGIRA, ovvero la migrazione dei fedeli musulmani dalla Mecca a Yathrib (Medina), ebbe inizio venerdì 16 luglio del 622.
Maometto lasciò la Mecca per ultimo e raggiunse Medina il 24 settembre 622. Aveva 52 anni.