PARROCCHIA SANTA GIOVANNA ANTIDA THOURET

Adorazione eucaristica perpetua

"Il Padre cerca adoratori che lo adorino in Spirito e Verità" (Gv 4,24)

Home

Come raggiungerci Contatti Mail: venite.adoriamo@gmail.com
Venite adoriamo
La Parrocchia
L'adorazione
A tu per Tu
Le nostre preghiere
Testimonianze
Tabella adoratori
Regole e norme
Diventare adoratore
Archivio eventi

Adoriamo il Signore

Miracoli eucaristici
Preghiere di adorazione
Scritti sull'adorazione
Salmi di adorazione
Meditazioni
Luoghi di spiritualità
Canti
Adorazione on line

 

Storia del Pontificato

 

Storia del Pontificato

Papa Bonifacio II

Fonte: Wikipedia

Bonifacio II fu Papa dal 530 al 532. Era un Ostrogoto di nascita, il primo germanico ad essere scelto come Papa, e dovette la sua elezione all'influenza del Re Alarico. Bonifacio era stato scelto dal suo predecessore, Papa Felice IV, che era in stretto contatto con i Re Ariani. Bonifacio ebbe per qualche tempo come rivale un antipapa, Dioscuro, che godeva dell'appoggio della maggioranza del clero di Roma. Dioscuro però morì solo 22 giorni dopo la sua nomina. Fu il primo Papa che non diventò santo, probabilmente a causa dei suoi ben noti abusi di potere.

 

Fonte: Cronologia

Già consacrato dal suo predecessore con il conferimento del proprio "pallio" (nda: letteralmente mantello, che nel medioevo si trasformerà in sinonimo di stendardo), l'arcidacono Bonifacio II, nativo di Roma fu eletto il 22 settembre del 530, ovvero lo stesso giorno della morte di San Felice IV, suo predecessore.

L'elezione avvenne nella basilica di San Giovanni in Laterano, ancora una volta in una sorta di frenesia contro il tempo, perchè nella basilica Giulia ( altrimenti detta di Costantino) si stava tentando un'ulteriore scisma con l'elezione di un papa diverso e contrapposto: il presule Dioscuro, di origini greche.

Il pontificato di Bonifacio fu molto breve e pochi furono gli atti e le notizie tramandate sul suo pontificato. Sono state fatte solo alcune congetture sulle trame che avrebbero potuto portare allo scisma ed al decadimento dello stesso pontefice, tra le quali la sobbillazione da parte del Senato romano, molto più favorevole a Costantinopoli piuttosto che a Ravenna. A dirimere alcune questioni ci furono però sicuramente gli eventi ed il corso della natura.

Dioscuro morì quasi subito dopo la sua elezione contrapposta ed i chierici e laici chiamati alla sua stessa elezione fecero ben presto ammenda, sottoscrivendo gli atti del concilio di "Simmaco", secondo i quali appunto, il pontefice aveva diritto di nomina sul suo successore.

Subito dopo lo seguì Bonifacio II, il quale lasciò le terrene incombenze il 17 ottobre del 532 e le sue spoglie furono deposte nel sagrato di San Pietro.
Il nome di Bonifacio II non figura nè sul Martirologio Romano nè sul Calendario Universale. La Santità è riferita in particolar modo e per quanto riguardi il nome di un pontefice a San Bonifacio IV.