PARROCCHIA SANTA GIOVANNA ANTIDA THOURET

Adorazione eucaristica perpetua

"Il Padre cerca adoratori che lo adorino in Spirito e VeritÓ" (Gv 4,24)

Home

Come raggiungerci Contatti Mail: venite.adoriamo@gmail.com
Venite adoriamo
La Parrocchia
L'adorazione
A tu per Tu
Le nostre preghiere
Testimonianze
Tabella adoratori
Regole e norme
Diventare adoratore
Archivio eventi

Adoriamo il Signore

Miracoli eucaristici
Preghiere di adorazione
Scritti sull'adorazione
Salmi di adorazione
Meditazioni
Luoghi di spiritualitÓ
Canti
Adorazione on line

 

Storia del Pontificato

 

 

Storia del Pontificato

Papa Benedetto XI

 

Fonte: Wikipedia

Benedetto XI, nato Nicola (o Niccol˛) Boccasini (Treviso, 1240 - Perugia, 7 luglio 1304), papa dal 1303 alla sua morte, successe a Bonifacio VIII, ma non fu in grado di realizzare la sua politica ultramontanista.

Benedetto ebbe una educazione domenicana, e quando divenne Maestro Generale dell'ordine, nel 1296, eman˛ delle ordinanze che proibivano la discussione pubblica della legittimitÓ dell'elezione di Bonifacio da parte di qualsiasi Domenicano. Anche se all'epoca del sequestro di papa Bonifacio ad Anagni (q.v.), Boccasini fu uno degli unici due cardinali che difesero il partito papista all'interno del Palazzo Laterano, con la sua elezione a papa egli liber˛ Filippo il Bello di Francia dalla scomunica che gli era stata addossata da Bonifacio, e praticamente ignor˛ la bolla Unam sanctam. Cionondimeno, il 7 giugno 1304 scomunic˛ l'implacabile ministro di Filippo IV, Guglielmo di Nogaret, e tutti gli italiani che avevano catturato Bonifacio ad Anagni.

Nel corso del suo pur breve pontificato, mantenne un saldo legame, anche affettivo, con la propria cittÓ d'origine, Treviso, di cui progett˛ ampli lavori di ristrutturazione e di abbellimento, rimasti inattuati per la morte improvvisa. Nondimeno a Bendetto si deve la costruzione della monumentale chiesa domenicana di San Nicol˛ a Treviso, fulgido esempio dei grandiosi progetti predisposti dal pontefice.

Dopo un pontificato di solo otto mesi, infatti, Benedetto moriva improvvisamente a Perugia. Si sospett˛, non senza ragione, che la sua morte improvvisa fosse stata causata da avvelenamento da parte di agenti di Nogaret. Il successore di Benedetto, Clemente V, e i papi che lo seguirono, furono completamente sotto l'influenza dei re di Francia, e spostarono la sede papale da Roma ad Avignone.

Benedetto XI fu l'autore di un volume di sermoni e commentari sul Vangelo secondo Matteo, sui Salmi, sul Libro di Giobbe e sull'Apocalisse di Giovanni.

Benedetto XI fu beatificato nel 1736.

╚ l'unico papa di quel periodo per cui Dante Alighieri non espresse nessun giudizio negativo.