PARROCCHIA SANTA GIOVANNA ANTIDA THOURET

Adorazione eucaristica perpetua

"Il Padre cerca adoratori che lo adorino in Spirito e Verità" (Gv 4,24)

Home

Come raggiungerci Contatti Mail: venite.adoriamo@gmail.com
Venite adoriamo
La Parrocchia
L'adorazione
A tu per Tu
Le nostre preghiere
Testimonianze
Tabella adoratori
Regole e norme
Diventare adoratore
Archivio eventi

Adoriamo il Signore

Miracoli eucaristici
Preghiere di adorazione
Scritti sull'adorazione
Salmi di adorazione
Meditazioni
Luoghi di spiritualità
Canti
Adorazione on line

 

Storia del Pontificato

 

Storia del Pontificato

Papa Alessandro  IV

 

Fonte: Wikipedia

Alessandro IV, nato Rinaldo dei Conti di Segni (Anagni, ca. 1199 - Viterbo, 25 maggio 1261), fu Papa dal 1254 alla sua morte.

Era, come Innocenzo III e Gregorio IX, un membro della famiglia dei Conti di Segni. Suo zio Gregorio IX lo nominò cardinale-diacono nel 1227 e cardinale-vescovo di Ostia nel 1231. Alla morte di Innocenzo IV, venne eletto a Napoli il 12 dicembre 1254.

Alessandro viene descritto come un uomo robusto, buono, allegro, ma non molto brillante. Successe a Innocenzo IV come guardiano di Corradino, l'ultimo degli Hohenstaufen, promettendogli la sua benevola protezione; ma in meno di due settimane cospirò contro di lui e si oppose aspramente allo zio di Corradino, Manfredi di Sicilia.

Tale comportamento contrastava con l'atteggiamento benevolo verso Federico II Hohenstaufen che Rinaldo aveva tenuto quando era stato cardinale.

Alessandro scagliò la scomunica e l'interdetto contro Manfredi e il suo partito, ma invano. Tantomeno poté arruolare i Re d'Inghilterra e di Norvegia in una Crociata contro gli Hohenstaufen. Roma stessa divenne Ghibellina, e il Papa si ritirò a Viterbo, dove morì nel 1261.

Il suo pontificato si segnalò per gli sforzi di riunione della Chiesa Cattolica Romana con la Chiesa Ortodossa Orientale che ebbero successo soltanto con i maroniti, per l'istituzione dell'inquisizione in Francia, per il favore mostrato agli Ordini Mendicanti, e per un tentativo di organizzare una Crociata contro i Tartari.